Augurare il successo a un altro significa augurarlo a se stessi, ma pochi capiscono la portata immensa di questo assunto. Non è un pensiero, anche se da esso parte. Si tratta di una prospettiva mentale da incarnare, anche con azioni concrete. A tutti i lettori che solo privatamente mi hanno scritto lodi sperticate sul mio libro, vorrei chiedere: cosa vi spinge a tenere tutto questo solo dentro di voi? La condivisione è il sale della vita! Realizzo però che la mia opera è assai ribelle, e anche chi la ama non necessariamente la indossa davanti agli altri. Dovrei esserne felice.