Gli altri rimarranno sempre un mistero, il cui grado di inconoscibilita’ dipende da quanto padroneggiamo il meccanismo proiettivo, che ci fa vedere fuori di noi la nostra storia personale.