“Chi non ha un obbiettivo è destinato a diventare l’impiegato o l’operaio di chi ha un obbiettivo”. Eh eh. Amo questa provocazione di Salvatore brizzi. Però il Sentiero è costituito anche da un’altra metà, assai più importante: chi non sa cullarsi nello spazio fra i pensieri, nella pura contemplazione di sé, non conoscerà mai la Realtà ultima di tutte le cose.