Ho saputo di un famoso personaggio che, quando organizza cene a casa sua, pone ai convitati una condizione irrinunciabile: il cellulare gli va consegnato appena varcata la soglia. Ha tutta la mia comprensione.. Quando organizzavo meeting buddhisti a casa mia, il cellulare andava spento prima di iniziare a recitare il mantra, ma c’erano molti mal di pancia. Si è perso il limite del buon senso, e non si sbaglia Vadim Zeland quando dice che la dipendenza da informazioni è forse il modo più efficace con cui la società dei bisogni indotti assoggetta le coscienze.