Abbiamo alle spalle secoli di indottrinamento al mondo del fare, e questo a scapito della dimensione dell’essere e del silenzio. Ho appurato che le lacerazioni più devastanti, nella maggior parte degli individui sono il frutto avvelenato di rapporti sentimentali vissuti e cercati con una principale motivazione inconscia: perpetrare la fuga da se stessi e colmare quel vuoto insostenibile