Il senso di colpa è indissolubilmente legato alla punizione, sono due facce della stessa medaglia. Se mi sento in colpa per qualcosa, inevitabilmente verrò punito. Ma il senso di colpa è spesso inconscio, ecco perché per capire chi siamo e per quale motivo la nostra vita procede in direzione opposta a ciò che desidera il nostro “io” razionale, sarebbe auspicabile intraprendere un percorso che ci porti a conoscere quali credenze albergano nella nostra mente inconscia. Tutto il percorso spirituale di “Un corso in Miracoli” è volto allo sradicamento dell’ego e della colpa, perché, come giustamente ci ricorda Gesù nel testo, “il figlio di dio è senza colpa”. Ma per comprendere questo e sradicare tale illusione non è sufficiente la lettura di un libro.. occorre affrontare l’ignoto”.