Ieri un quotidiano notoriamente reazionario ha così intitolato la notizia di apertura: “strage di gay a Orlando”, come se le categorie venissero prima della persona in quanto tale. Un linguaggio sottilmente violento che genera divisione e contribuisce a creare un mondo di odio.