Il mondo è pieno di angeli che assumono forma umana, e io ne ho incontrati parecchi durante i due anni in cui girai l’italia a presentare la mia opera d’esordio, ma mi sono imbattuto anche in personaggi con un senso dei confini molto diverso dal mio, che mi spinse a interrompere la relazione nascente. Persone che credevano di sapere tutto di me soltanto perché avevano letto “L’Indicibile di me stesso”…Ma figuriamoci se un essere umano con tutta la sua vastità può essere racchiuso in un libro, seppur di memorie come lo sono i miei! Frequentare il senso dei confini altrui è comunque un’esperienza assai trasformativa. Tratto dal mio libro Tutti i miei mondi