Toccato da questo messaggio appena ricevuto, di una lettrice che sta leggendo L’indicibile di me stesso….
Stavo cercando di trattenermi. Dall’impulso di scriverti, intendo. Per non risultare invadente o…non lo so. Ma ieri sera ho letto altre 30 pagine e da quando ho iniziato il tuo libro è come se mi si fosse accesa una parte di me importante ma assopita, o ignorata. Il fatto è che io ti sento. Come se tu fossi entrato a far parte di me in qualche modo. Ed è una sensazione bellissima. Benedetto quel post che mi ha fatto inciampare su di te…