Disse Madre Teresa: “Non permettere che qualcuno venga a te e se ne vada senza essere migliore”. Frase dal portato immenso. Cerco di adoperarmi incessantemente affinché ogni mia interazione porti gioia, sorriso, supporto, e sia Amore in azione. A volte fallisco ma il mio intento è inflessibile…..Ho appena salutato mia madre, con cui ho pranzato. E ora mi sto chiedendo: sono soddisfatto dell’interazione? Ho incarnato l’amore mentre ero al suo fianco? Se lei lasciasse il corpo ora, avrei rimpianti e sensi di colpa pensando a questo mio ultimo incontro con lei? Trattasi di obbiettivi che dovremmo porci prima di qualsiasi interazione con un altro individuo, tanto più se si tratta di persone a noi care…..Ogni persona che incontriamo ha un dono per noi, una preziosa lezione che ci mostra come diventare esseri sempre più evoluti e amorevoli. Trattasi di un approccio esistenziale che, se adottato e praticato diventerà una convinzione, la quale, materialmente parlando, diventerà una pista sinaptica nel cervello, che scatterà in automatico al posto di quelle alimentate dalla paura dell’altro. 
Tratto dal mio libro Sedurre l’esistenza