1504004_681965931835341_1002033952_nDSC_0078Dopo un mese di riflessioni ieri ho deciso di aiutare l’espansione del mio libro affidandomi ad una pubblicità a pagamento su Facebook. La persona che mi ha aiutato a gestire l’operazione  mi ha consigliato di aprire anche una pagina personale  come “Scrittore” al fine di facilitare la buona riuscita dell’esperimento. Non era nelle mie intenzioni aprire questa pagina e la sua proposta mi ha colto in contropiede, ma poi mi son detto : Perché no? Poi però ad operazione ultimata mi sono dovuto confrontare con l’opzione di invitare o no gli amici e conoscenti a cliccare “Mi piace” sulla mia nuova pagina, e la cosa mi ha procurato un leggero mal di pancia, finché ho deciso che potevo vincere anche questa resistenza e farlo. In fondo nessuno è obbligato a farlo se non lo desidera! Qualcuno dice che la pubblicità è l’anima del commercio…Io non mi sento un commerciante, ma poiché l’opera che ho partorito ritengo abbia una funzione sociale su vari livelli(e molti lettori con amorevoli feedback me lo stanno confermando), perché non tentare strade mai percorse? In fondo anche questo è l’ignoto per me! Tanti Maestri ci invitano a varcare le porte dell’ignoto al fine di evolverci, ma solo noi come singole entità individuate possiamo conoscere i nostri limiti e capire cosa necessita di essere sperimentato ai fini della nostra crescita. Non esistono confini, anche approcciarsi a qualcosa del cosiddetto “mondo materiale”  come il marketing ad esempio, può costituire una sfida per chi non ha mai varcato quella soglia! L’ignoto non è soltanto iniziarsi alla meditazione, ad un sistema psicologico mai sperimentato, alla preghiera o alla lettura di libri che fuoriescono completamente dalla nostra orbita di visione. Per me varcare l’ignoto significa fare qualcosa che non ho mai fatto e uscire dalla confort zone. Ad esempio ad alcuni amici e amiche che si lamentano della loro solitudine sentimentale, io ho consigliato di provare a chattare e fare conoscenza con  il mondo virtuale. Anche questo può essere un territorio altamente evolutivo e fruttifero, se non lo si è mai sperimentato. Non possiamo certo dimenticare che tramite la chat oggigiorno milioni di persone nel mondo comunicano, entrando in relazioni che spesso si trasformano anche in storie d’amore! Dovremmo imparare a confrontarci con ruoli che non abbiamo mai giocato in precedenza, prendendo però la cosa come un gioco, perché se ci identifichiamo troppo siamo fottuti! Un caro abbraccio a tutti