“Bussa alla mia porta e ti aprirò”
(Ecco qui un sunto delle tematiche che espongo nei miei incontri esperienziali in giro per l’Italia. Se vuoi organizzarne uno nella tua città contattami privatamente e la cosa sicuramente accadrà!).

Io sono chi incontro:
Il mondo mi da sempre ragione, perché è uno specchio che riflette fedelmente il mio film interiore. Non posso quindi agire sullo specchio per cambiare la mia realtà, ma solo sulle forme pensiero che proietto. Responsabilità per me significa non soltanto sviluppare la capacità di fornire all’esistenza la risposta più saggia e creativa che andrà a creare più pace e amore nel mondo, ma anche comprendere che non esiste nulla là fuori che prima non sia stato creato dalla mia mente conscia e inconscia; ecco perché, come dicono tanti Maestri, incontriamo sempre e solo noi stessi, ovvero tutto ciò che viviamo è il riflesso del nostro stato di coscienza. Può sembrare duro da accettare, all’inizio del Sentiero, ma il gioco vale in entrambi i sensi e così come abbiamo creato disastri possiamo generare meraviglie. La felicità è una scelta e non cade dal Cielo. Dobbiamo volerla. Attivandoci attraverso il “Percorso” essa discenderà dal Cielo come frutto regale della nostra connessione con lo Spirito Universale, da molti chiamato Dio.

Tecniche di gestione e creazione della Realtà personale atte a generare una vita gioiosa:
Cosa pensi del mondo? La vita che stai vivendo è la risposta e Dio è quella forza che dice sempre sì ai nostri pensieri. Sappiamo che il 95% della nostra attività mentale è inconscia, quindi se non interveniamo con azioni concrete atte a cambiare le nostre credenze limitanti, saranno proprio quelle a creare la nostra realtà e l’indesiderabile. Esistono tante tecniche per scegliere il proprio destino e smettere di creare l’indesiderabile, ma se non le sperimenti non potrai mai sapere se ti funzionano o no! Sarò felice di potervene spiegare alcune.

Il Disarmo Interiore:
Una volta conosciuta e abbracciata la nostra “Ombra” attraverso un lavoro di riconoscimento delle strutture dell’ego, approderemo al sentirci legittimi in ogni nostro aspetto e i muri invisibili che ci separano dagli altri e dalla gioia si dissolveranno. A quel punto diventeremo trasparenti e non ci sarà più nulla da nascondere ma soltanto esperienze da condividere. Il mio libro “l’Indicibile di me stesso” è il frutto di una resa incondizionata a me stesso che a me piace chiamare “Disarmo Interiore”.