La data di Morte è già scritta?
Sono felice di poter affermare che se stanotte lasciassi il corpo non avrei rimpianti, da un lato perché non mi sono mai risparmiato, e l’intensità e compiutezza di una vita non dipendono certo dalla sua durata, dall’altro perché non ho macigni sul groppone, avendo ottimi e autentici rapporti con tutti i miei familiari e amici, con cui non ha mai regnato l’inespresso. Non rimpiango di non aver mai avuto una relazione sentimentale duratura, perché come si può desiderare qualcosa che non si è mai assaporato? La mia solitudine è stata un formidabile propulsore alla mia realizzazione, innescata dal dimorare saldamente nel regno del silenzio. Mi sento un ventenne pieno di progetti e gioia di vivere, sto scrivendo il mio nuovo libro e tenendo seminari, e ho già lasciato ai posteri un incendiario diario di bordo, indicibile viaggio fra vette e abissi interiori. Secondo il buddismo fra i 4 tipi di karma immutabile c’è anche la data di morte, il mio amato deepak chopra nelle sue opere dice di conoscere già la sua. Dunque è tutto già scritto? Forse sì ma io vivo come se non lo fosse. Ah, dimenticavo, vi consiglio la lettura del bellissimo libro di chopra IL MISTERO DELLA VITA DOPO LA MORTE, di cui potete leggere un lungo estratto su questo sito.   Quale è il sunto di quel capolavoro? Il tuo aldilà sarà come ti immagini che sia in questa vita!!! Quindi anche in questo caso giriamo un bel film!!!!! Vi abbraccio.